Metti 6 Donne a cena…

… con menu strettamente messicano (e io sono la Lollobrigida).

L’idea nasce da una mattinata di safari commerciale, di quello veramente trucido, in un centro commerciale tanto piccolo che sembra un oratorio. Due Donne in libertà, senza alcun obbligo e dovere, per una mattina. Cosa faranno mai? Si scateneranno alla ricerca dell’avventura?

Finiscono a contemplare il banco del pane fresco e delle pizze farcite, per esempio. Poi, prese da un insano istinto da fini conoscitrici delle culture culinarie di mezzo mondo, traslocano nel reparto cibi etnici, dove l’etnico sta al cibo come Cavalli all’Afro. Praticamente, ‘na monnezza.

Dopo infinite disquisizioni teoriche sul preparato per Wok (no, seriamente… visto che devi aggiungere tu il pollo, le verdure, l’acqua, l’olio ecc.ecc. … ma che cacchio ci sta, nel preparato per wok?), sul chili con carne (ma chissà di che bestia è!Boh, io lo mangio ugualmente.), sulle alghe nori che puzzano di pesce (grazie al ca…, sono alghe.), sull’insostenibile essenza del wasabi, si è deciso di produrci in una cena messicana. Quindi, abbiamo speso uno sproposito per acquistare del riso messicano da servire con il pollo al curry (si, fa molto più indiano che messicano. L’ho pensato pure io) che si è rivelato un banalissimo riso bianco parboiled, di quello che per 1 euro te ne danno un sacco da 5 kg, una quantità di pollo sventrato che avrebbe sfamato una squadra di rugbisti, tacos come se piovessero, ben due tipi di salse piccanti (che io, abituata all’habanera, ho immediatamente classificato come “dolciastre”) e un sacchetto di spezie specifiche, valutabili in Borsa.

Ringrazio le due Donne che hanno spignattato allegramente per un po’; il mio contributo culinario si è ridotto al tagliare le cipolle (sono geneticamente programmata per non lacrimare di fronte a un vegetale) e spargere il misto di spezie, con tanto di simbolo piratesco e segnali di pericolo di morte sull’etichetta, nel padellone dedicato. Che ci volete fare, amo il rischio.

Non soddisfatta del pericolo corso in serata, questa mattina ho optato per qualcosa di veramente masochistico, necessario per una purificazione spirituale totale: appuntamento last minute dall’estetista. Difatti, dopo la seconda birra tosta scolata in accompagnamento al cibo trulymessicano, abbiamo speso un’ora abbondante a parlare di Rachele Restivo e dei programmi di cui risulta, inqualificabilmente, autrice: Mistero e Passion. Oh, di questi due fenomeni televisivi parleremo ancora… eccome. Ovviamente, simili discorsi, accompagnati da perfette imitazioni della Restivo stessa, prodotte da memedesima in momenti di euforia da overdose di chili, producono sullo spettatore un’immediato bisogno di sottoporsi a scarificazione rituale.

Io ho risolto sottoponendomi a una seduta intensiva di ceretta a caldo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mondo loco!, Racconti di ordinaria follia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...